19 giugno 2008

Commento su L'epresso "Ho capito in Spagna perchè l'Italia è ferma" (Claudia Giordano, Bari)

Raffaele Innato ha scritto: 19 Giugno, 2008 12:15
Caro A59,
i tuoi commenti sono sempre improntati sulla ribattuta. Se si dice una verità sulla negatività della destra, ribatti sulla negatività della sinistra. Quindi, non dai risoluzioni di sorta. Io, avevo proposto, in una mia lettera ” Siamo una bella compagnia”, di essere propositivi nei commenti, per cercare di dare risposte ai problemi seri di questo paese, contribuendo a svegliare e stimolare in positivo chi ci legge, e soprattutto chi dovrebbe prendere decisioni importanti. Siamo tutti capaci di vedere che la bottiglia è mezza piena o che è mezza vuota, dipende dal punto di vista. Resta il fatto che la bottiglia è a metà piena e a metà vuota. Il problema è se la bottiglia la vogliamo più piena o più vuota. Se Claudia giustamente critica il Caimano e ne spiega alcuni motivi, noi dovremmo avere la capacità di ricercare i metodi o i presupposti perchè un signore con enormi conflitti d’interessi non dovrebbe essere a capo di una repubblica democratica, quale dovrebbe essere l’Italia. Se un imprenditore non usa gli accorgimenti di sicurezza sul lavoro e di conseguenza muoiono dei lavoratori, non dobbiamo rispondere che in un paese comunista ne sono morti di più lavoratori. Noi, invece dobbiamo condannare l’imprenditore che ha volutamente sbagliato. Dobbiamo smettere di scaricare le nostre colpe su gli altri. Ognuno si deve prendere le proprie responsabilità. Noi come cittadini italiani abbiamo il dovere e il diritto di reclamare gli abusi e i soprusi di una politica che non vede e non vuol vedere le ingiustizie, le illegalità e le differenze enormi di chi gode di tutti i diritti, anche quelli non regolamentati, e di chi subisce solo doveri imposti. Siccome, ti reputo una persona intelligente e preparata, spero che tu diventi più propositivo a ricercare delle soluzioni concrete che ci possono essere utili a migliorare il nostro bel paese per il bene comune. Io sono disponibilissimo su questo terreno.

1 commento:

A59 ha detto...

A59:
19 Giugno, 2008 16:30
>Caro Raffaele
Rispondo volentieri, sei un delle persone più garbate di questo forum ma non sembri cogliere anche tu come gli altri il senso di quello che dico eppure a volte specifico, uso nomi e cognomi, cito fatti circostanziati per vedere se riesco a smuovere qualcosa, invece niente, in questo l’ antico monolitismo del PCI è rimasto un caposaldo.
Sono testardo è vero, ma non trovo mai nessuna sponda a quello che scrivo, ogni tanto qualcuno come Oreste ha la bontà di rispondermi ma non entra quasi mai nel merito nemmeno se sollecitato.
Da queste lettere emerge solo una cosa, l’insofferenza verso chi secondo voi non ha il diritto pur essendo leggittimato da milioni di preferenze a cercare di risolvere ciclicamente le magagne ataviche ormai, di questo paese.
La democrazia a senso unico non mi è mai piaciuta, il minimo comune denominatore “dalli al nano” è infantile, un forum di indignati quelli che scrivono, ma dove vivi! Sveglia! Come se fossero i depositari delle verità assolute, perchè gli le ha raccontate Travaglio, Di Pietro, Veltroni, Grillo.
Tutti omertosi quando si tratta della sinistra, come le tre scimmiette, parlano dei mafiosi e quando cito analoghi comportamenti a sinistra fanno spallucce o come riporta l’amico Oreste la scala delle nefandezze, come se l’ appartenenza politica le rendesse meno evidenti, in fondo quando le BR ammazzavano i giuslavoristi si diceva: “compagni che sbagliano” non vigliacchi assassini.
Ho duramente polemizzato con gente di destra su questo forum per le abberranti affermazioni portate a sostegno di tesi assurde, ma nessuno pare se ne sia accorto, se tocco i santini mediatici invece, fiumi di parole, richiami costituzionali, minacciose affermazioni.
No Raffaele, continuerò a confutare e a rispondere in maniera provocatoria perchè ritengo che per togliere il marcio bisogna affondare il coltello nella piaga, qui invece scrivono solitamente medici pietosi, anche perchè a parte uno o due (liberainformazione per esempio) gli altri non propongono mai un bel niente, i rom? Tutti brave persone, i reati? Invenzioni populiste delle tv per vincere le elezioni, i provvedimenti a favore di questo o quello? Peronismo o peggio, il lavoratore omette le precauzioni sul posto di lavoro? E’ comunque colpa del imprenditore a prescindere, anche in un contesto impossibile da verificare come ho ben testimoniato, perchè è questa la parte in commedia da sostenere.
Non accettate che si possano scrivere certe cose su un settimanale di sinistra, quotato in borsa poi, di proprietà degli stessi padroni, che qui vengono criticati, come se non fossero lavoratori e portatori di sviluppo ma padroni delle ferriere.
Hai detto bene, prenderci le nostre responsabilità, non mi pare che chi scrive da queste colonne le sappia riconoscere, mi sembra di avere a che fare con tante sentinelle orbe dell’ occhio sinistro.
Quindi se vi dà fastidio pazienza, come ho già detto continuerò a fare il guastafeste, anche se non vedo cosa ci sia da festeggiare o come ci si possa sentire gratificati sparlando di Berlusconi, ben sapendo che in realtà quello che veramente rode a quasi tutti quelli che scrivono è l’enorme ricchezza del personaggio e non l’uso che fa della politica, perchè quello è comune all’intera casta.
Un cordiale saluto Raffaele, entra nel merito anche tu quando mi chiami in causa proverò a dare risposte concrete, ma dubito che interessino.