26 dicembre 2008

Unico baluardo contro la casta dei furbi.

Caro Di Pietro,

sei rimasto l'unico baluardo sincero contro un sistema di connivenze e furberie. Tieni duro perchè la gente ti segue e incomincia a capire, che il gioco di destra e sinistra è una sceneggiata per tenere il popolo diviso su due fronti contrapposti, così da continuare a mantenere un potere e fare i propri interessi di bottega, a scapito di gente che lavora onestamente con duri sacrifici, ricevendo solo briciole di contentino democratico.
Continua perchè la fiducia in te cresce, ancor più quando la casta cerca di attaccarti per difendere i suoi troppi privilegi. Questi ben pensanti signori hanno quasi svenduto l'Italia allo straniero e fanno credere di amare una Patria che da anni non esiste più. Tieni duro per dare agli italiani onesti una speranza per continuare a credere che esistono persone serie, che amano la giustizia come legalità, uguaglianza e rispetto del prossimo.
Diffida sempre da chi possiede curriculum poco affidabili.
Auguri a te e famiglia

10 dicembre 2008

Commento su L'espresso "Le catene di Domenici sono anche le mie." Vanna Vignoli

Raffaele Innato ha scritto: 10 Dicembre, 2008 19:22
A proposito delle dichiarazioni del sindaco di Firenze Leonardo Domenici per la questione moralità nel PD: “Mi sarei dovuto incatenare tutti i giorni”. I giornalisti hanno chiesto al nostro premier di commentare la notizia del sindaco di Firenze, incatenato a Roma davanti alla sede di Repubblica. “Cosa volete che vi dica. E allora io chissà per quanto tempo mi sarei dovuto incatenare. Avrei dovuto farlo tutti i giorni”, ha risposto il Premier.
Mai una frase fu così azzeccata!

08 dicembre 2008